martedì 14 febbraio 2017

"El gaucho Martin Fierro" - Il poema argentino

« Aquí me pongo a cantar,
al compás de la vigüela
que al hombre que lo desvela
una pena extraordinaria,
como el ave solitaria
con el cantar se consuela. »

Questo è l'incipit della più grande opera di Josè Hernandez, "El gaucho Martin Fierro", uno dei classici della letteratura argentina, oltre ad essere un fondamento del genere gauchesco.
In questo poema, il narratore è un gaucho (una sorta di mandriano simile a un cowboy), chiamato Martin Fierro, che racconta in prima persona la sua vita: il reclutamento nella milizia per servire l'esercito, l'abbandono della famiglia, la dura vita in frontiera, le avventure come gaucho disertore e molte altre.
Il protagonista si presenta come il prototipo del gaucho. Spirito libero e indipendente, solitario, pacifico, conoscitore della vita selvaggia e dei campi. Dopo la sua disertazione, spinta dalle cattive condizioni di vita nel forte, commette degli assassini, a causa dei quali sarà perseguitato dalle forze dell'ordine. Decide di abbandonare la civiltà e di andare a vivere con gli indios.

Diviso in tredici canti, è costituito da 2016 versi totali scritti in ottonari. Predominano le sestine e lo schema di rime è ABBCCB.
La lingua scelta da Hernandez è vicina a quella del parlato gauchesco:

Riduzione vocalica (es. pacencia per paciencia).
Riduzione dei gruppi consonantici (es. vitima per víctima).
Nella desinenza -ado si perde la d (certificao per certificado).
Davanti il dittongo ue f diventa j (juego por fuego).
La d diventa l (alquirir en lugar de adquirir).
Frequente aspirazione di h (juir por huir)
Indigenismi (pingo, china, choclo, bagual, tape)

Josè Hernandez compose, sette anni dopo, anche una seconda parte del poema, "La vuelta de Martin Fierro", dove cambia la psicologia del personaggio e gli intenti stessi dell'autore
.
El gaucho Martin Fierro non è solo un classico della letteratura argentina, ma è  considerato il poema nazionale degli argentini, paragonabile alla Divina Commedia per gli italiani.