mercoledì 1 febbraio 2017

Cosa significa realmente "orwelliano"?

Il significato della parola orwelliano, derivato dal cognome dell'autore George Orwell, viene spesso frainteso. Dato che l'opera maggiora di Orwell è stata 1984, in cui viene descritto un mondo distopico caduto nelle mani delle dittature, si attribuisce a orwelliano semplicemente il significato di autoritario. Ciò non è errato, ma nemmeno rende appieno il valore di questa parola. Infatti, una corretta definizione di orwelliano potrebbe essere: uso ingannevole e manipolativo della lingua, disinformazione. 
Purtroppo, i vocabolari riportano solo il primo significato, quello di autoritario.

Nel romanzo, questo termine viene messo in pratica. La neolingua, il bipensiero, l'ironia dei nomi di ogni ministero, gli acronimi, fanno tutti parte di un linguaggio orwelliano, creato artificialmente dai vertici del potere per diminuire il pensiero del popolo e renderlo più docile.

Attenzione, non deve esserci per forza un presupposto autoritario affinché questa parola possa essere usata. Basta pensare ai giorni nostri. La pubblicità che usa parole ben studiate per aumentare le vendite, i telegiornali che alterano le notizie, i leader che dicono ciò che gli è più comodo sono altri esempi orwelliani.